Energia Idroelettrica: La forza Pulita dell'Acqua
Energia Idroelettrica: La forza Pulita dell'Acqua

Kaplan

Turbina Kaplan: Piccoli Salti
Turbina Kaplan: Piccoli Salti

Francis

Turbina Francis: Salti Medio-Piccoli
Turbina Francis: Salti Medio-Piccoli

Pelton

Turbina Pelton: Grandi Salti
Turbina Pelton: Grandi Salti

Energia Idroelettrica

L'energia idroelettrica può essere ricavata dal corso di fiumi e di laghi grazie alla creazione di dighe e di condotte forzate. Esistono vari tipi di diga: nelle centrali a salto si sfruttano le grandi altezze di caduta disponibili nelle regioni montane. Nelle centrali ad acqua fluente si utilizzano invece grandi masse di acqua fluviale che superano piccoli dislivelli; per far questo però il fiume deve avere una portata considerevole e un regime il più possibile costante. L'energia prodotta dalle centrali idroelettriche è da classificarsi a tutti gli effetti come energia rinnovabile in quanto l'acqua può essere riutilizzata infinite volte per lo stesso scopo senza depauperamento.

Il Mini Idroelettrico

Gli impianti mini idroelettrici presentano indubbi vantaggi sia dal punto di vista tecnico che da quello economico e in particolare:

Permettono di utilizzare corsi d’acqua di modeste dimensioni e richiedono modalità costruttive ed organizzative di basso impatto ambientale;

Contribuiscono alla fornitura di energia sul territorio e allo sviluppo economico ed occupazionale dello stesso;

Possono essere costruiti e gestiti da entità di medio-piccole dimensioni;

L’iter autorizzativo è molto più semplice rispetto alle grandi installazioni e i tempi di costruzione sono relativamente brevi.

Investire sul Mini Idro

Ormai per il terzo Decreto legge consecutivo, il Ministero dello Sviluppo economico di concerto con il Ministero dell’Ambiente, ha confermato la volontà di premiare lo sviluppo del mini idro, in particolare nei canali irrigui o comunque dove l’acqua è già derivata e quindi non spostata dai fiumi o corsi naturali, consentendo ai relativi impianti l’accesso diretto alle tariffe incentivanti. Di conseguenza la tariffa incentivante per 20 anni per gli impianti con potenza non superiore a 250Kw, rimane praticamente invariata a 0,21 euro per kwh, una tariffa che consente di poter continuare a innovare e investire in questo settore.


Un mondo di Acqua
Un mondo di Acqua
Acqua che scende
Acqua che scende
Acqua che sembra salire
Acqua che sembra salire